ricondizionamento e valorizzazione di mezzi leggeri

Stabilimento Militare Spolette Torre Annunziata

LA STORIA

ORIGINI STORICHE DELLO STABILIMENTO

La sua storia risale al secolo XVII, quando nel 1652 l’allora viceré di Napoli si attivò per avviare la costruzione di una “fabbrica di polvere di cannone”, rinominata due anni più tardi “Real Polveriera”.

Con il passare degli anni, e con l’inizio della produzione diversificata di armi da fuoco e da taglio, nel periodo del regno Borbonico, la denominazione dell’Ente cambiò nuovamente nome in “Real Fabbrica d’Armi”.

Successivamente, all’inizio del 1900, lo Stabilimento subì una ristrutturazione, implementando una linea per la manifattura di spolette e proiettili. La produzione si intensificò a tal punto da raggiungere, durante la 1^ guerra mondiale, un numero superiore ai 3.000 operai.

Nel 1984 l’Unità Produttiva assunse l’attuale denominazione e successivamente nel 2001, due decreti ministeriali sancirono il trasferimento della gestione dalla Direzione Generale Armamenti Terrestri all’Agenzia Industrie Difesa.

All’interno dello Stabilimento ha particolare rilevanza storica la famosa “sala delle armi”, un museo nel quale è custodita la memoria di quello che è stato l’ingegno umano, la produzione e la tecnologia che hanno preceduto gli attuali sistemi di armamento e i suoi metodi di costruzione.

DIRETTORE DELLO STABILIMENTO

tenente colonnello berardo sabbatino

Nato a Tolve (Pz) 1966, è laureato in ingegneria elettronica presso la Facoltà di Ingegneria  dell’Università degli Studi Federico II di Napoli. Dopo la laurea ha svolto il servizio di prima nomina, quale Ufficiale di complemento, in Artiglieria Controaerei presso l’allora Scuola di Sabaudia. Nel 1995 diventa Tenente del Corpo tecnico dell’Esercito, frequenta il 14° CTA con la specializzazione armi e munizioni.

Dal 1997 al 2015 presta servizio presso lo Stabilimento Militare Pirotecnico di Capua, ricoprendo tutti i ruoli tecnici fino all’incarico di Vice Direttore. Dal 2010 al 2012 partecipa ad un gruppo di lavoro per il rilancio della produzione di cartucciame per le FFAA, che si conclude con la firma di un accordo fra il Ministero della Difesa e la Ditta Fiocchi Munizioni di Lecco, per la produzione di cartucce di vario calibro, da allestire in collaborazione fra la stessa ditta e lo Stabilimento Militare Pirotecnico.  

Dal dicembre 2015 è Direttore dello Stabilimento Militare Spolette di Torre Annunziata.

Stabilimento Militare Spolette Torre Annunziata - 1

Stabilimento Militare Spolette Torre Annunziata

Prodotti e servizi

Valorizzazione del surplus delle forze armate e produzione di mascherine in risposta alla crisi pandemica

Lo Stabilimento Militare Spolette di Torre Annunziata è impegnato nella valorizzazione dei materiali militari dismessi e dei mezzi terrestri che vengono ricondizionati per poi essere messi in vendita sul mercato. Lo Stabilimento è attivo nel recupero dei componenti, in seguito all’operazione di demilitarizzazione, e nella rottamazione di armi provenienti da lasciti spontanei o trasmesse dall’autorità giudiziaria.

In collaborazione con il Centro di Dematerializzazione e Conservazione Unico (Ce.De.C.U.) di Gaeta, l’Unità Produttiva fornisce inoltre un supporto per il processo di dematerializzazione dei documenti.

Nel 2020, con l’avvento della crisi pandemica, lo Stabilimento Militare Spolette di Torre Annunziata si è da subito attivato per la produzione di mascherine chirurgiche e FFP2. La professionalità e la flessibilità che caratterizzano il personale della Unità Produttiva hanno infatti permesso di raggiungere ottimi risultati, garantendo una produzione mensile che sfiora i 3 milioni di mascherine chirurgiche e un milione di FFP2.

defeder

valorizzazione e ricondizionamento

In occasione della presentazione della nuova governance e delle strategie di sviluppo industriale 2021-2023, il Direttore Generale, Nicola LATORRE, ha donato un mezzo Defender alla struttura commissariale di supporto per l’emergenza Covid-19.

Il mezzo è stato ricondizionato ad opera dello Stabilimento Militare Spolette di Torre Annunziata in collaborazione con l’azienda TMS.

Il ricondizionamento dei veicoli dismessi delle Forze Armate e del surplus militare occupa una grande parte del lavoro dello Stabilimento, il quale si avvale anche di partnership con private aziende del settore.

Le principali attività consistono nella revisione totale delle parti meccaniche ed elettriche, scambio parti utilizzate; preparazione della carrozzeria per la pittura in forno; cambio dei pneumatici e controllo degli organi di trasmissione; rinnovo del rivestimento interno.

 

produzione di mascherine chirurgiche e FFP2

Fin dalle prime fasi della pandemia da Covid-19 l’Agenzia Industrie Difesa ha contribuito all’approvvigionamento di prodotti sanitari.

Lo Stabilimento di Torre Annunziata è stato riconvertito per la produzione di mascherine chirurgiche, FFP2 e FFP3.

La linea, allestita nella prima parte del 2020, ha visto da subito tecnici specializzati AID adoperarsi per produrre le mascherine nel rispetto delle normativa vigenti, adoperando miglioramenti con l’acquisizione dell’esperienza. 

PRODUZIONE

800.000 Mascherine FFP2

7.870.000 Mascherine chirurgiche

Stabilimento Militare Spolette Torre Annunziata - 9

dove siamo e contatti

Certificazioni unità

Stabilimento Militare Spolette Torre Annunziata - 11