lunga tradizione nella produzione di munizionamento

Stabilimento Militare Pirotecnico Capua

la storia

ORIGINI STORICHE DELLO STABILIMENTO

La lunga esperienza nel settore risale all’allora dinastia borbonica, quando nel 1856 fu deciso di trasferire a Capua, dalla collina di Posillipo in Napoli, un piccolo Stabilimento denominato “PIROTECNICO” che produceva munizionamento da guerra e polvere da sparo.

La sede scelta fu quella di un vecchio castello, costruito nel 1542, denominato “Castello di S. Pietro”, costruito per volere dell’Imperatore Carlo V a partire dai resti di un castello longobardo, vicino al ponte Casilino, di epoca romana, sul fiume Volturno.

Con la costituzione del Regno d’Italia, lo Stabilimento venne notevolmente ingrandito, per le accresciute esigenze strategiche del munizionamento da guerra. Nacquero così nuovi corpi fabbrica intorno e dentro il castello, che venne a perdere la sua configurazione originaria a causa degli adattamenti e delle trasformazioni introdotte.

Il “PIROTECNICO” assunse, tra la fine del ’800 e l’inizio del ‘900, un ruolo preminente fra le industrie europee specializzate nell’allestimento di vari tipi di cartucce.

A decorrere dal 1° gennaio 2017, con il Decreto Ministeriale della Difesa in data 29 dicembre 2016, lo Stabilimento Militare Pirotecnico è passato alle dirette dipendenze dell’Agenzia Industrie Difesa.

DIRETTORE DELLO STABILIMENTO

Colonnello ing. t ISSMI Giulio ERMIO

Colonnello del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito, specialità Armamento con indirizzo missilistico nato a Lamezia Terme nel 1966. Laureato in Ingegneria Aeronautica (v.o.) presso l’Università la Sapienza, Laureato in ingegneria Aerospaziale (settore missilistico) con Lode presso il Politecnico di Torino. E’ assegnato presso il Battaglione Logistico Paracadutisti in qualità di Comandante di plotone armi ed optoelettronica e, successivamente presso il Comando Raggruppamento Artiglieria come supervisore sistemi d’Arma MLRS, SIDAM ed FH70.

Nel 2000 transita nell’aviazione dell’Esercito conseguendo il brevetto di Ufficiale Tecnico Specialista per Velivoli Leggeri ed ala Rotante ed è trasferito al 2° Reggimento di Sostegno aeromobili “Orione” in qualità di Comandante di Plotone Manutenzione. Nel 2006 consegue il Master in “Flight Test Evaluation” con conseguimento del titolo internazionale di “Rotary Wing Flight Test Engineer, presso la National Test Pilot School & Flight Test Institute Mojave (CA USA). Nello stesso anno è trasferito presso il Gruppo Tecnico del Reparto Sperimentale di Volo di Pratica di Mare in qualità di Ingegnere Sperimentatore di Volo per Ala Rotante e si occupa delle attività di Test di Volo per la certificazione e qualifica dell’Elicottero NH90.

Nel 2010 dopo la promozione a Maggiore ed il completamento dell’11° Corso ISSMI è assegnato alla Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (Roma), con l’incarico di Capo Sezione NH90. Nel 2013 è assegnato all’Agenzia NAHEMA – Aix en Provence FRA – (Nato Helicopter Management Agency) presso la Divisione Sistemi, responsabile della sezione AFCS/PFCS/ENGINE/Power Units con delega per il coordinamento delle attività di certificazione aeromobile delle varianti Svedese e Norvegese dell’Elicottero NH90.

Nel 2017 rientra presso la Direzione Armamenti Aeronautici per l’Aeronavigabilità e dal 2019 è nominato Direttore dello Stabilimento Militare Pirotecnico di Capua.

Stabilimento Militare Pirotecnico Capua - 1

Stabilimento Militare Pirotecnico Capua

Prodotti e servizi

produzione di munizionamento militare di piccolo calibro

Lo Stabilimento Militare Pirotecnico di Capua fonda la sua attività su commesse affidate dalle Amministrazioni dello Stato per la produzione di munizionamento militare delle tipologie a salve, a corta gittata, F-AIR e ordinarie di calibro 5.56mm NATO, 7.62mm NATO e 12.7mm NATO.

È in atto una Convenzione con la FIOCCHI Munizioni S.p.A., finalizzata a soddisfare le esigenze di munizionamento di piccolo calibro per le Amministrazioni dello Stato.

In particolare, il Pirotecnico effettua la produzione dello strozzato del bossolo metallico per il calibro 5,56mm e 7,62mm NATO, la nastratura delle munizioni per i calibri 5,56mm, 7,62mm e 12,7mm NATO, la serigrafia delle cassette metalliche per le munizioni di piccolo calibro e la produzione dei corpi palla per le munizioni calibro 7.62mm NATO.

Stabilimento Militare Pirotecnico Capua

lavorazioni e controllo

Le professionalità delle maestranze Civili del Pirotecnico si esprimono non solo nella accuratezza delle attività di produzione, di supporto e gestione amministrativa, ma anche in quelle di verifica delle lavorazioni interne presso lo Stabilimento, ma soprattutto presso i fornitori esterni.

In particolare, il personale specializzato dello Stabilimento esegue attività di Collaudo presso la ditta Fiocchi in piena sinergia con il personale della Direzione Armamenti Terrestri (UTTAT Nettuno), garantendo rigore tecnico ed elevati standard di qualità del prodotto a beneficio non solo  delle Amministrazioni della Difesa, ma anche per il continuo miglioramento produttivo del settore industriale nazionale.

Stabilimento Militare Pirotecnico Capua - 8

dove siamo e contatti