SOTTOSCRIZIONE CARTA DEI SERVIZI PER AVVIO DIGITALIZZAZIONE ALBO D’ORO CADUTI

Siglata a Roma la convenzione tra AID/Ce.De.C.U. e Onorcaduti

​Giovedì 28 giugno, presso la sede del Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti, è stato firmato l’Accordo di Servizio con il Centro di Dematerializzazione Unica (Ce.De.C.U.) di Gaeta, gestito da Agenzia Industrie Difesa, relativo alla digitalizzazione dell’archivio dell’Albo d’Oro dei Caduti e Dispersi della Seconda guerra mondiale tra il Commissario Generale, Gen.D. Alessandro Veltri ed il Direttore del Ce.De.C.U., Ing. Francesco Grillo, Presto oltre 320.000 fascicoli, corrispondenti a circa 2,6 Km lineari di documentazione, saranno disponibili con un clic.

Il progetto prevede una prima fase di indicizzazione presso un’area dedicata di Castro Pretorio, ovvero l’acquisizione/etichettatura di tutti gli elementi contenuti in ogni singolo fascicolo; a seguire la documentazione sarà inviata a Gaeta per le successive fasi di lavorazione, tra cui la sanificazione, che consentirà, da un lato, il mantenimento nel tempo della documentazione cartacea, dall’altro una predisposizione necessaria per la fase finale dell’iter produttivo, infine la digitalizzazione, ovvero il processo di acquisizione dell’immagine elettronica dei documenti contenuti all’interno dei fascicoli di ogni Caduto/Disperso.
I documenti digitalizzati verranno quindi resi disponibili al committente su supporto magnetico in formato pdf/A in linea con quanto previsto dal codice di amministrazione digitale.
In considerazione dell’alto valore storico–morale della documentazione, acquisito al riguardo il parere dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, la documentazione non sarà distrutta bensì, una volta digitalizzata, sarà adeguatamente e perennemente conservata dal Commissariato Generale presso idonee strutture della Difesa dell’area metropolitana.
L’attività, che prenderà inizio dai primi giorni di luglio per una durata stimata di sei mesi, vedrà coinvolto in prima linea il personale della Sezione Albo d’Oro del Commissariato Generale e quello del Centro di Gaeta; ha visto e vedrà interessati anche altri enti della Difesa che hanno fornito/forniranno un contributo essenziale per la buona riuscita dell’impresa:
– SMD VI Rep. che ha curato tutti gli aspetti connessi all’approvazione del progetto nonché quelli finanziari;
– SMD IV Rep. che ha seguito le questioni infrastrutturali nonché quelle relative al trasferimento del Commissariato Generale da Palazzo Esercito a Palazzo Marina;
– RAMDIFE che, tramite le sue varie articolazioni, curerà l’indicizzazione e le attività di trasporto/logistiche per/da Gaeta.
A fine anno, inizio del 2019, è previsto il termine delle attività ed il Commissariato Generale, oltre a seguire attentamente lo svolgimento della digitalizzazione dell’Albo d’Oro della II Guerra Mondiale, inizierà a pensare anche alla seconda fase, ovvero alla digitalizzazione di oltre 620.000 fascicoli dei Caduti della Grande Guerra.
Un progetto ambizioso che, una volta reperite le necessarie risorse finanziarie, sulla scorta anche delle esperienze che saranno maturate al termine della prima fase, permetterà di velocizzare sensibilmente il lavoro della Direzione Storico Statistica del Commissariato Generale nel fornire risposte a Istituzioni e familiari che quotidianamente chiedono notizie dei propri Caduti e/o Dispersi.

accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI
accordo AID e ONORCADUTI